Che si fa a bordo

.....arrivati a bordo, si conosce lo skipper, la barca, il porto di imbarco.....;

la sera ci aspetta una cena a bordo o in un posto stuzzicante.....

.....la prima notte tutto nuovo.

 Com’è una giornata in barca a vela?


La mattina ci si sveglia abbastanza presto per sfruttare al massimo la giornata, il sole e il vento.

Se si è in rada è bello svegliarsi con un tuffo e poi una buona colazione, magari in pozzetto.
Se si è in porto si può cercare un bar per un caffè e fare gli ultimi acquisti per la cambusa.
Poi subito pronti per la partenza.


ObiwanDurante la navigazione si può partecipare alle manovre, prendere il sole, leggere, dormire, ascoltare la musica, chiacchierare o semplicemente godersi il paesaggio, il silenzio dell’andare a vela, il blu del mare.

Se l’itinerario lo permette, per pranzo ci si fermerà in una rada riparata per un bagno ristoratore, una ricca insalata o un piatto di pasta e po’ di riposo.

Siamo così pronti a riprendere la navigazione fino al prossimo porto o alla prossima rada.

Se si ormeggia in porto si potrà fare una passeggiata in paese, noleggiare un motorino per esplorare l’isola, cercare un buon ristorante per la sera, godersi la vita notturna locale o la tranquillità di una passeggiata in banchina.

 

Se si ormeggia in rada si potrà fare l’ultimo bagno serale o scendere a terra con il gommoncino, per sgranchirsi le gambe, cercare conchiglie, andare a caccia di inquadrature suggestive.

 scooter.png

 

 

In Grecia è facile ed economico affittare uno scooter per fare un’espolarazione dell’interno.

 

Tramonto

 

 

 

E giunta l’ora dell’aperitivo a base di retzina, olive greche e pistacchi e poi un’ottima cena preparata dalle esperte mani dello skipper.

La serata prosegue con le chiacchiere in pozzetto, la caccia alle stelle cadenti, il commento alla giornata di navigazione.

Poi tutti in cuccetta, per addormentarsi cullati dalle onde e riposarsi per la giornata successiva.

 

 

 


Spinnaker

 

Yoga e meditazione

 

Per chiunque sia interessato lo skipper e insegnante di yoga è a disposizione per cominciare e concludere la giornata con un po’ di meditazione e qualche esercizio di yoga.

Le manovre in barca possono essere un ottimo supporto per porre l’attenzione sul corpo……

 

 

 

 

 

 

Con lo yoga le prime basi vengono date con la conoscenza del corpo:

  • postura;
  • colonna;
  • respiro.

Qualche nota storica e dove è possibile qualche pratica in mare sulle spiagge, in acqua bassa o in spazi idonei.

Note su come affrontare la barca e lo yoga da un articolo pubblicato su Yoga Journal

"Sulla barca vengono affrontate alcune posture in modo dinamico per acquisire la consapevolezza del proprio corpo. In particolare si tratta di posizioni in piedi, per migliorare il senso dell'equilibrio. Gli asana completi, senza le limitazioni dovute al rollio della barca, vengono invece praticati a terra, in spiaggia, verso sera, oppure, se ci sono le condizioni, anche in acqua.

Meditazione e pranayama vengono affrontati sulla barca. Grazie allo yoga, da un lato si allena la mente a rimanere calma, dall'altro si rende il corpo flessibile, entrambi aspetti fondamentali per un velista.

Navigando è fondamentale trovare una centratura del sé più profonda per poter governare la barca al meglio, ma anche il corpo deve essere reattivo e dinamico nelle manovre.

Yoga e vela sono dunque accomunati da un atteggiamento mentale rivolto alla calma. Lo yoga ha bisogno di tranquillità e, in mare, è più facile ritrovare quella pace interiore utile per una pratica ottimale. In più, immersi nell'ambiente naturale, tutte le sensazioni vengono amplificate: si raggiunge così una maggiore coscienza del proprio corpo che porta con sé un senso di grande serenità". (Giovanni Viviani)

La sera ancoraggi ed ormeggi nei luoghi più diversi, da spiagge a scogliere incontaminate.....

tramonto spiaggia

.....e paesini turistici e.....

Turchia, Boazbourun.jpg

....locali di divertimento.

  Ballo spettacolo

 

Insieme faremo la giornata successiva.....

.....buon vento!

Torna alla pagina iniziale Stampa questa pagina Modifica questa pagina Condividi questa pagina su Facebook